Città solitaria

  •  
  •  

“Lungo la strada della notte più oscura

Viaggia il Motore a scoppio, e penso

Sono ore che vago, e non c’è nulla

Nulla oltre il soffio del vento freddo

E le foglie che si agitano impazienti

 

Eppure io so che esisti, città solitaria

Da qualche parte mi han detto che ci sei

E io non posso fare a meno di cercarti

Perché qui tutti si perdono e si arrendono

Mentre io che sono un perdente nato

Voglio trovarti, e non lasciarti mai

Perché da soli si perde meglio

E la sconfitta colma l’amaro di dolci odori

Che terranno in piedi un perdente come me”


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.