Nel solco della notte
Nel solco della notte

Nel solco della notte

Sognavo il giorno che saremmo rimasti

Tu e io soli a contemplarci

Aspettavo quel momento

Totalmente atterrito

Da impalpabili visioni

E’ inutile che ti racconti

Tutte le volte che ti ho abbracciata

Nel fluire bizzoso dei momenti

Di quando lo spazio e il tempo

Ci teneva distanti

(Oppresso da legioni di ricordi)

Ma marcio lo stesso

Incurante del gelo che mi vibra

Incurante della solitudine

che i fantasmi non popolano più

Incurante persino di me stesso:

Anima sola

Nel solco della notte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.