Poco più avanti dei 30 anni è solo mare

Poco più avanti dei 30,
c’è il mio desiderio di pensare in silenzio, il frenare o l’ arrestare in modo permanente certe abitudini, c’è una consapevolezza sempre più forte, uno specchio che impara a regalare sorrisi e smorfie.

Poco più avanti dei 30,
ci sono io con le mie mancanze perenni, e tante cose nuove che me le colmano, come la mia voglia di vita, il continuo reinventarmi, la mia scrittura più matura, che si disconosce rispetto a ieri e sperimenta nuove forme, ci sono io che mi annoio meno.

Poco più avanti dei 30,
c’è meno paura del domani, c’è il domani dentro il mio oggi, niente che non possa succedere, avverarsi, niente che non possa essere ancora sognato, ci sono pure i miei occhi che brillano del niente, che hanno poche lacrime, ci sono giorni corti ma intensi, ci sono io che non mi sono mai arresa, io che non mi arrendo, che seleziono le mani, gli abbracci, le parole, che saluto, che non voglio più rivedere, io che poco più avanti dei 30 non mi accontento ma imparo a bastarmi.

Poco più avanti dei 30,
ci sono meno uscite, meno amici, più conoscenti, ma di meno, ci sono meno chiamate e messaggi, ci sono meno chiacchiere, c’è il gossip pari a zero, c’è però una leggerezza che è piena di respiri, di pause piene, di cose da evitare e di libertà che vogliono dire “va bene così”. Ci sono follie e ci sono bellezze da afferrare al volo.

Poco più avanti dei 30,
non ci sono più, perché è giusto così, i vecchi corteggiatori inesistenti, le attenzioni, il “quanto sei bella”, perché accade che le esigenze cambino, e cambi finalmente anche tu, tu, io, che non ci pensavo mai a certe cose e ora invece ci penso. Ti tuffi nel vuoto, la paura scompare. Ti tuffi nel vuoto, il sorriso di tua mamma, la voce di lei, e delle sue carezze, e la paura non c’è più. Intorno è solo mare. Solo cielo.

Valeria D'Agostino è giornalista pubblicista, curiosa del bello, amante della natura e della poesia. Ha contribuito a realizzare il Tip Teatro di Lamezia Terme, già ufficio stampa di Scenari Visibili, blogger sin dagli esordi di Manifest Blog. Ha lavorato per Il Lametino, attualmente corrispondente esterna della Gazzetta del Sud. Nell'ambito della scrittura giornalistica ha prediletto un interesse particolare per le tematiche sociali, quali in primis la sanità e l'ambiente, culturali, e artistiche. Si divide fra Lamezia Terme e Longobardi, costa tirrenica cosentina dove si occupa di turismo e agricoltura biologica. "Un buon modo per dare concretezza al concetto di fuga".

Un commento

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.